Sostituzione dei serramenti: cosa scegliere? PVC, alluminio o legno ?

Vota questo articolo
(0 Voti)

blog

 

serramenti

Infissi e serramenti in alluminio

L’alluminio è un metallo duttile, caratteristico quello color argento, che si distingue per le sue doti di versatilità. Nella produzione di serramenti e infissi di vario tipo, viene apprezzata la sua leggerezza anche per la realizzazione di manufatti di grandi dimensioni.

PRO ALLUMINIO: pur essendo un metallo è “morbido”, ossia leggero e facile da lavorare. Permette di realizzare manufatti anche di grandi dimensioni anche con forme articolari, con un alta resistenza agli agenti atmosferici e durata nel tempo.

CONTRO ALLUMINIO: con scarse doti di isolamento termico e acustico, è a rischio di condensa sugli infissi, anche solo per la differenza di temperatura fra l’ambiente esterno e gli interni della casa.

Infissi e serramenti in PVC

IL pvc, invece è un materiale di origine plastica. Resistente e altamente isolante. Ecco di seguito le caratteristiche pro e contro salienti degli infissi in PVC:

PRO PVC: il materiale, di origine plastica, è perfettamente impermeabile, garanzia di naturale isolamento, sia termico che acustico. Non crea condensa anche con sbalzi di temperatura. Abbastanza leggero può ssere forgiato agevolmente con varie finiture e colori (compreso l’effetto legno). E’ il più economico fra i tre.
CONTRO PVC: finestre in PVC (e manufatti in PVC in genere) di BASSA QUALITA’, specie se esposti a sbalzi e intemperie, ma soprattutto all’irradiazione solare continua (esposizione a sud), sono a rischio deterioramenti, dato che il materiale può “seccarsi” perdere robustezza.

Infissi e serramenti in legno:

Il legno è il materiale naturale per eccellenza. Per decenni è stato l’unico materiale per infissi e come tale ha il calore e l’aspetto generalmente attribuiti a una bella casa con finestre e infissi solidi. Ultimamente inizia a soffrire della concorrenza degli altri materiali, sia per la necessità di risparmio che per la necessità di manutenzioni nel tempo.

PRO LEGNO: è il materiale di porte e infissi per eccellenza, ed è quello con il quale alluminio e PVC devono confrontarsi cercando di imitarlo il più possibile. Isolante per natura, sia da punto di vista termico che acustico, potenzialmente e con le dovute cure può durare una vita.

CONTRO LEGNO: necessita di manutenzione, e per prodotti di buon livello, i costi sono più alti rispetto all’alluminio e al pvc. Nonostante venga realizzato con trattamenti termici e chimici all’avanguardia e con finiture con vernici resistenti e atossiche, dopo qualche tempo sarà necessario preservarne le caratteristiche di impermeabilità e colore attraverso una buona manutenzione.

Sezione degli infissi in legno e alluminio

L’ideale, ove se ne avesse possibilità, sarebbe coniugare i pregi dei vari materiali. Ad esempio vi sono prodotti che associano ad una struttura interna di PVC, che garantisce l’adeguato isolamento acustico e termico, una parte esterna con applicati sopra dei listelli in alluminio, che permettono di preservare il PVC dall’aggressione degli agenti atmosferici. Altre soluzioni associano a una struttura in legno, che alla gradevolezza del tatto e della vista, e all’isolamento, associano una protezione esterna in alluminio, che permette di preservare la durata del serramento nel tempo.serramentipvc

Finestra composita in legno e alluminio

Ora, sulla base delle nostre esigenze e la consapevolezza acquisita, non ci rimane che confrontarci con un buon rivenditore con il quale valutare il miglior rapporto qualità prezzo, per la nostra scelta degli infissi migliori.


Serramenti in Alluminio

Dopo il legno, il materiale più diffuso nella produzione di serramenti è l’alluminio. Purtroppo negli ultimi anni nel nostro paese ne è stato fatto un uso poco gradevole, dal punto di vista estetico, perché utilizzato come secondo infisso esterno a protezione di quello interno in legno. Per capirlo non bisogna cercare nei centri storici, è sufficiente guardare qualche palazzina costruita negli anni ’80.

Attualmente, per migliorare ulteriormente le caratteristiche tecniche si ricorre a barre di materiali isolanti, spesso XPS, che vengono inserite nella cavità creata dal taglio termico.

L’alluminio si presta molto alle moderne architetture, sempre più alla ricerca di profili minimali. E’ utilizzato tutt’oggi per la produzione di serramenti di ogni tipo, facilmente assemblabile in loco, e per le sue caratteristiche è utilizzabile anche per grandi aperture. I profili sono estrusi e cavi all’interno, oltre che personalizzabili in qualsiasi colorazione, dalle tinte RAL agli effetti legno, ma anche ossidati. In alcune zone d’Italia l’alluminio viene utilizzato solo nel locali commerciali, per vetrine e facciate continue; in altre invece è richiesto anche nelle costruzioni private, soprattutto nelle moderne costruzioni, dove i committenti apprezzano sempre più le ampie superfici vetrate.

Dal punto di vista economico è difficile riscontrare differenze ben definite tra una finestra in alluminio ed una in altro materiale, poiché molto dipende dalle sezioni. Sicuramente, a parità di valori d’isolamento termico, il serramento in alluminio risulta più costoso del Pvc, ma sicuramente meno del legno, sebbene i valori d’isolamento termico raggiungibili con l’alluminio siano inferiori.

Riassumendo quindi, una finestra in alluminio ha i seguenti PRO e CONTRO:

PRO: Grandi aperture, Profili minimali, Personalizzabilità.

CONTRO: Elevati valori di conducibilità termica, più costoso del Pvc ma meno del legno.